Prestiti tra le persone

di | 18 Novembre 2020

Uno dei momenti più difficili della nostra vita di tutti i giorni, chiunque noi siamo e qualunque sia la nostra particolare vita e la nostra professione, è quello che fa riferimento alla necessità di porre rimedio ad un particolare momento di crisi economica, magari una mancanza del momento o una strutturale e in linea di massima una fase in cui ci serve una certa qual garanzia circa la solvibilità per pagare spese, bollette, investimenti o altro. La liquidità in questo caso non è adeguata e soddisfacente ed è per questo che ci si trova di fronte alla possibilità di prestiti tra le persone. Di che cosa parliamo?

Ci sono molti prestiti tra le persone, ma sono davvero dei veri prestiti? In altre parole, è possibile ottenere un prestito contro la vostra proprietà senza dover mettere in garanzia il vostro denaro? Questa domanda è stata l’argomento scottante per molti anni, perché ci sono letteralmente migliaia di persone che hanno dovuto farlo. Quello che molti non sanno è che un prestito è in realtà un prestito – non c’è differenza tra un prestito garantito e non garantito.

Quando una persona prende un prestito, lo fa sulla base della promessa di una casa o di qualche altro tipo di bene di valore. La chiave è che la promessa deve essere sostenuta da un qualche tipo di proprietà o bene. Il prestatore poi gli offre il prestito. Se va avanti e mantiene la sua promessa, allora non c’è più nulla da togliere. Tuttavia, se non va avanti e mantiene la sua promessa, allora può perdere tutto ciò che ha promesso, compresa la sua casa. Nella maggior parte dei casi, questo significherà pignoramento, ma in alcuni casi, può anche significare la perdita di tutte le proprietà.

Quando si tratta di contrarre un prestito contro la propria proprietà, ci sono due tipi principali di prestatori. Il primo è quello dei “sub-prime” – quelli specializzati nell’aiutare le persone con una cattiva storia creditizia. Questi prestatori offrono tassi di interesse estremamente elevati per i loro prestiti, al fine di rendere il loro denaro indietro. Il problema con questo approccio è che i loro servizi sono essenzialmente senza valore, in quanto le persone che finiscono per ripagare questi prestiti di solito non hanno garanzie collaterali, o non possono nemmeno permettersi il pagamento dei loro prestiti, il che lo rende ancora più una scommessa per il prestatore. Il secondo tipo di prestatore è quello “innocente” – questo significa che questi prestatori non guardano la storia creditizia personale dei loro mutuatari. Tuttavia, i loro tassi sono spesso più alti, ma i risultati sono di solito migliori.

Per maggiori informazioni sull’argomento potete visitare il seguente sito internet.