Cambiali per cattivi pagatori

di | 2 Agosto 2019

Se non abbiamo grandi garanzie da offrire alla banca circa il nostro reddito mensile, e in più godiamo di una cattiva reputazione finanziaria dovuta a un prestito precedente non ancora saldato o pagato in ritardo, le nostre chance di ottenere nuovamente denaro dalle banche sono quasi pari a zero. Solitamente in questi casi si ricorre all’uso di cambiali, che sono dei titoli di credito esecutivi in grado di fornire alla banca una garanzia di rientro del denaro speso. Infatti le cambiali, che possono essere sotto forma di “tratta” o “pagherò”, sono un documento legale di spessore  e consentono al prestatore di pignorare – e quindi entrare in possesso – dei beni di valore del richiedente in caso di insolvenza. Ciò significa che se il debitore non provvede a saldare una o più cambiali entro i termini stabiliti – in questo caso fa fede la data di scadenza precedentemente posta su ognuna di queste – la banca entra in possesso delle sue proprietà, al fine di liquidarle e ricavarci il denaro che gli spetta.

Ponendo una così stabile garanzia, che assicura alla banca di ricevere comunque il suo capitale indietro, i protestati e i cattivi pagatori hanno molte possibilità di prendere di nuovo un prestito – che in questo caso definiremo prestito con cambiali o cambializzato . Con questo prestito si possono ottenere dai 2.500 ai 50.000 euro (secondo il valore dell’oggetto che poniamo come pegno), da restituire in un massimo di 120 rate (cambiali) mensili. L’unica pecca sta nel tasso di interesse, generalmente più alto rispetto agli altri tipi di finanziamenti. In realtà tutte le spese correlate a questo tipo di patto sono più onerose del solito, ma se questa è l’unica soluzione possibile dovremo farci andar bene questa maggiorazione. Essendo le cambiali un titolo esecutivo dobbiamo pensarci bene prima di impegnare un immobile di valore o un oggetto a cui teniamo: c’è sempre la possibilità di perdere il possesso del prodotto in questione. Se pensiamo di non riuscire a saldare le cambiali faremo meglio a cambiare idea e non richiedere tale patto.

Sul seguente sito altre opzioni e possibilità di finanziamento per protestati e cattivi pagatori si possono reperire sul sito dedicato ai prestiti per protestati e cattivi pagatori.